I vigneti del Vesuvio si trovano sulle pendici del vulcano, ancora attivo, subito est di Napoli. Si producono qui vini rossi, bianchi e rosati, uno spumante e un vino liquoroso, sia secco che dolce. Il vino bianco è ottenuto da uve del vitigno Coda di Volpe (il cui lungo grappolo ricorda la coda di una) con eventuale aggiunta di Falanghina o Greco. La versione liquorosa è ottenuta dalla stessa miscela. Il rosé e il vino rosso sono invece basati sul vitigno Piedirosso (localmente noto come Per’e Palummo o Palombina), una varietà di vite chiamata così per via delle nodose basi rosse delle viti e la loro somiglianza con i piedi rossi di una colomba, e sullo Sciascinoso (localmente noto come Olivella). Il Lacryma Christi del Vesuvio, sia bianco che rosso, è una tipologia della denominazione Vesuvio DOC che corrisponde ad un “superiore”, con una gradazione alcolica leggermente più elevata rispetto a quelli di base.

Vini correlati