La denominazione Vermentino di Sardegna DOC è stata creata nel febbraio 1988 (ben 15 anni dopo la maggior parte delle DOC Sarde). Alla sua istituzione è seguito un periodo di costante miglioramento della qualità dei vini da Vermentino sardi. Nel 1996 è stata creata la prima DOCG dell’isola, la Vermentino di Gallura DOCG. La denominazione Vermentino di Sardegna DOC copre la Sardegna nella sua interezza, dal Sulcis e Cagliari al sud fino alla Gallura al nord. Questa estensione è condivisa con altre DOC, in particolare il Cannonau di Sardegna DOC, il Moscato di Sardegna DOC, il Monica di Sardegna DOC e il Sardegna Semidano DOC. Il Vermentino di Sardegna DOC è prodotto con il vitigno Vermentino, la cui importanza è sempre più significativa nel panorama vinicolo Sardo. La provenienza del Vermentino in Sardegna non è nota con precisione. La varietà è presente sia in Liguria che nel nord della Toscana, ma è anche ampiamente rappresentata nella Francia sud-orientale (in Provenza e nel Languedoc-Roussillon) dove è conosciuta come Rolle. È anche molto diffusa in Corsica, immediatamente a nord della Sardegna. La provenienza del Vermentino in Sardegna, quindi, potrebbe essere ricollegata altrettanto facilmente al nord dell’Italia come al sud della Francia. Il vermentino potrebbe anche avere origine Spagnola, anche se ai nostri giorni la varietà è molto poco diffusa in Spagna. Se questa teoria fosse vera, molto probabilmente la varietà sarebbe arrivata via Alghero, città che che ha conosciuto una successione di sovrani di origini spagnole nel corso dei secoli. Indipendentemente dalle sue origini e da come sia giunto in Sardegna, oggi il Vermentino è uno dei vitigni dell’isola di maggior successo.

Vini correlati