La denominazione Ruchè di Castagnole Monferrato DOCG comprende sette comuni, che formano un piccolo comprensorio viticolo nel Monferrato astigiano, situato sulla riva sinistra del Tanaro, in un’area di basse colline ampiamente boschive. Il Ruchè è un vitigno autoctono dei più rari coltivati tradizionalmente nel Monferrato astigiano, strettamente legato a questo territorio e non si trova in altre zone se non in modo occasionale. Un tempo era utilizzato anche come uva da mensa per il suo carattere aromatico e l’elevata concentrazione di zucchero a maturazione e per la preparazione di vini dolci per uso familiare. La vinificazione in purezza e l’introduzione di una tipologia di vino secco e di alta qualità è un fatto più recente, che data agli anni sessanta del ventesimo secolo. Il vino rosso a denominazione di origine Ruchè di Castagnole Monferrato DOCG viene prodotti con uve del vitigno Ruchè per minimo del 90%, Barbera e Brachetto per un massimo del 10%.

 

 

Vini correlati