La zona di produzione della denominazione Montecucco Sangiovese DOCG si trova nella parte meridionale della Toscana e in particolare nel lembo orientale della provincia di Grosseto, in una vasta area che si estende dalle pendici del monte Amiata fino agli ultimi rilievi prima della città di Grosseto, con un prolungamento in direzione nord e nord-est, fino ai confini con la provincia di Siena, delimitati in parte dal corso del fiume Ombrone e del suo affluente Orcia. Tale zona comprende i comuni di Cinigiano, Civitella Paganico, Campagnatico, Castel del Piano, Roccalbegna, Arcidosso e Seggiano, in provincia di Grosseto. La denominazione di origine Montecucco Sangiovese DOCG è riservata ai vini prodotti con uve del vitigno Sangiovese per almeno il 90%. La DOCG Montecucco Sangiovese è riferita alle tipologie Rosso base e Riserva. I vini presentano un modesto tenore di acidità (4,5 g/l) e presentano un colore rosso rubino intenso, che sfuma al granato nei vini più maturi come quelli con qualifica Riserva. I profumi sono fruttati e delicati, con note di piccoli frutti rossi, mentre al sapore risultano armonici, asciutti, leggermente tannici. Nella Riserva l’intensità del profilo aromatico aumenta ed aumenta la sua complessità, ampiezza ed eleganza, con sentori di piccoli frutti accompagnati da evidenti note speziate, ed al palato si amplia la sensazione di lunghezza, di corpo e di volume. Queste caratteristiche sono direttamente influenzate dalla gradazione naturale più elevata delle uve, nonché dall’affinamento e dall’invecchiamento dei vini. I vini Montecucco Sangiovese sono affinati per un minimo di 2 anni di cui almeno 12 mesi in contenitori di legno e 6 mesi in bottiglia. La tipologia “riserva” prevede invece un invecchiamento minimo di 3 anni, di cui almeno 24 mesi in contenitori di legno e 6 mesi in bottiglia.

Vini correlati