La Matera DOC è una piccola denominazione della Basilicata. Ricca di storia vitivinicola, la storia di Matera risale al 1300 aC, ben prima dell’era Romana, ai tempi dei Lucani, popolo locale. La denominazione prende il nome sia dalla città dei Sassi che dall’intera provincia che si estende lungo la costa ionica fino alla Murgia. La DOC Matera, istituita nel 2005, comprende a produrre sei tipologie di vino. I vini rossi includono un rosso prodotto prevalentemente con uve dei vitigni Sangiovese, Aglianico e Primitivo, con una piccola percentuale di altre uve autoctone e non aromatiche autorizzate nella regione Basilicata. Il Moro di Matera è costituito da un uvaggio più internazionale: un taglio bordolese di Cabernet Sauvignon (60%) e Merlot (10%), con la parte rimanente costituita da Primitivo (20%) e altre uve locali. Il Primitivo in purezza deve contenere almeno il 90% di questa varietà. I principali vini bianchi sono un varietale composto dall’85% di Greco Bianco con una piccola percentuale di altre uve bianche autoctone, un vino bianco base composto da Malvasia Bianca di Basilicata, Greco Bianco e piccole quantità di altre uve bianche autoctone, e uno spumante con la stessa composizione del bianco ed un ulteriore processo di rifermentazione naturale.

Vini correlati