Il territorio

La Lombardia è una regione molto estesa (circa 24.000 kmq) che presenta zone molto diverse dal punto di vista climatico e orografico. Si passa da zone vitivinicole montane, come la Valtellina, a altre pianeggianti o solo parzialmente collinari come l’Oltrepò Pavese. In altri casi sono presenti zone con un microclima assolutamente particolare, come quelle attorno al lago di Garda. La superficie della regione è pianeggiante per circa la metà, montuosa per un ulteriore 40% e collinare per solo poco più del 10%, la situazione migliore per la viticoltura di qualità. Pertanto, coltivazioni e produzioni sono diverse a seconda della zona in esame.

I vitigni

I vitigni autoctoni presenti in Lombardia caratterizzano la viticoltura delle sue singole zone. In Valtellina troviamo il Nebbiolo, qui chiamato Chiavennasca. Altri autoctoni sono la Pignola, la Rossola, la Brugnola (conosciuta in Emilia come Fortana o Uva d’Oro). Tutti questi vitigni sono a bacca nera,e raramente vengono vinificati in purezza ma rientrano nell’uvaggio dei vini classici di Valtellina. Nell’Oltrepò Pavese, il vitigno più diffuso è la Barbera, seguito dalla Croatina, Bonarda e dall’Uva Rara. Il Pinot Nero ha trovato qui uno dei suoi terroir d’elezione, mentre i vini bianchi vengono prodotti da Riesling Italico, Moscati e Malvasie. La Franciacorta, attorno al Lago di Iseo, è nota per la coltivazione di vitigni Pinot Nero, Pinot Bianco e Chardonnay. Sulla costa occidentale del Lago di Garda e sui Colli Mantovani si coltivano Groppello, Barbera, Marzemino e Sangiovese.

Vini e zone produttive

In Valtellina con il Nebbiolo si produce il Valtellina Superiore DOCG e il famoso Sforzato di Valtellina o Sfursat di Valtellina DOCG, un vino ottenuto mediante parziale appassimento delle uve.  L’Oltrepò Pavese e la Franciacorta si sono ormai affermate come zone di eccellenza per la produzione spumantistica, la prima con un focus particolare sul Pinot nero, la seconda sullo Chardonnay ed il Pinot bianco, con il Pinot nero a dare struttura e carattere alle cuvée. Sempre nella zona del Franciacorta, con gli stessi vitigni, oltre a Cabernet Franc, Cabernet Sauvignon e Merlot vengono prodotti i vini della DOC Curtefranca. Ad ovest del Lago di Garda e sui Colli Mantovani troviamo le omonime denominazioni, con i vini a base di Groppello, Barbera, Marzemino e Sangiovese. Lungo la sponda sud del Garda la DOC Lugana con i suoi vini bianchi prodotti con il vitigno Trebbiano di Lugana e in provincia di Mantova la DOC Lambrusco Mantovano. La DOC San Colombano al Lambro si trova tra Pavia e Milano e vis is coltivano gli stessi vitigni dell’Oltrepò Pavese. Tra la Bergamasca ed il Lago d’Iseo, la DOC Valcalepio DOC, caratterizzata dal vitigno autoctono rosso Moscato di Scanzo e l’omonimo vino dolce a denominazione DOCG.

Vini correlati