Il territorio

Il mare e le montagne hanno da sempre esercitato un’influenza molto importante sulla viticoltura e la produzione di vino in Liguria.  I suoi 1500 ettari di vigneti sono esposti alla brezza marina e vengono spesso coltivati in scoscesi dirupi che degradano verso il mare. I vini presentano spesso una “salinità” caratteristica, difficile da trovare altrove. I vigneti si trovano su terrazzamenti intervallati da ripidi pendii, come nella zona delle “Cinque Terre”, cosa che rende la viticoltura ligure “eroica“, come spesso è stata definita. Le vendemmie possono avvenire solo a mano e le uve sono spesso trasportate a spalla, a causa della conformazione del territorio. Se ne ricavano non più di 45.000 ettolitri di vini, caratterizzati da una precisa originalità che non ha uguali nel panorama vitivinicolo italiano.

I vitigni

Le varietà più diffuse nella regione sono quelle a bacca bianca. Solo nella riviera di Ponente si ha una presenza significativa di uve a bacca nera, soprattutto il Rossese, una varietà che ricorda il Nebbiolo per il suo basso contenuto di sostanze coloranti, l’Ormeasco (Dolcetto) e la Barbera. Il Ciliegiolo è invece diffuso nelle aree centrali e orientali della Liguria. Il vitigno a bacca bianca più importante è il Vermentino, assieme al Pigato, al Bosco e all’Albarola.

Vini e zone produttive

La Lunigiana

A est della Riviera di Levante, troviamo la DOC Colli di Luni, denominazione interregionale con la Toscana, con il Vermentino, utilizzato sia in purezza sia per la produzione del Colli di Luni Bianco, in uvaggio con il Trebbiano Toscano e altre uve a bacca bianca. Il Colli di Luni Rosso è invece basato sul Sangiovese, Canaiolo Nero, Ciliegiolo, Pollera Nera e Cabernet Sauvignon.

Le Cinque terre

Le Cinque Terre prendono il nome da cinque comuni prospicienti al mare, in provincia di La Spezia. Qui il paesaggio è fra i più suggestivi, con i vigneti su ripidi e scoscesi pendii e sui terrazzamenti che degradano verso il mare. I vini della zona sono per lo più bianchi e secchi, prodotti con i  vitigni Bosco, Albarola e Vermentino. Con le stesse uve, lasciate appassire in locali aerati, si produce anche il raro passito Sciacchetrà.

Il Genovesato e il Tigullio

A ovest delle Cinque Terre vi sono le zone DOC della Val Polcevera e del Tigullio con i loro vini bainchi prodotti con la Bianchetta Genovese, nome con il quale è localmente noto il vitigno Albarola.

Il Ponente

La Riviera di Ponente è più focalizzata sui vini rossi, con le uve dei vitigni Rossese, Ormeasco (Dolcetto) e Ciliegiolo. Il Rossese, protagonista assoluto dei vini della DOC Dolceacqua, dà vini rossi fruttati, dai tannini poco aggressivi e dal colore tenue, simile a quello del Nebbiolo. L’Ormeasco definisce invece la DOC Pornassio, con la tipologia vinificata in rosso e lo Sciac-trà, un vino rosato da non confondere con lo Sciacchetrà delle Cinque Terre. Il Pigato è un vitigno affine al Vermentino, che caratterizza i vini bianchi della DOC Riviera di Ponente, tra le città di Savona e Imperia.

Vini correlati

Bianco
2019
VisAmoris
Pigato
Acidità
Corpo
Alcool
Tannino
Fruttato
Visita l’Azienda
12,00
vino dome vis amoris

Al naso ha un sentore di frutta a polpa bianca come pera e mela oltre a note floreali tipiche del Pigato vinificato in bianco. In bocca è fresco e con una bella acidità. Un vino da tutti i giorni che si presta bene ad abbinamenti con piatti semplici di pesce.

Share this product
Bianco
2019
VisAmoris
Pigato
Acidità
Corpo
Alcool
Tannino
Fruttato
Visita l’Azienda
14,00
vino verum vis amoris

Al naso ha una forte peculiarità di sentori, oltre al florale, di resina, pepe bianco e frutta più esotica dati da una permanenza in fermentazione di una parte dei raspi, i grappoli migliori, infatti, vengono aggiunti interi nella vasca. Al sorso è pieno e leggermente tannico, con una gradevole acidità di fondo che pulisce la bocca. Si abbina bene a pesci più saporiti e crostacei.

Share this product
Bianco
2018
VisAmoris
Pigato
Acidità
Corpo
Alcool
Tannino
Fruttato
Visita l’Azienda
17,00
vino sogno vis amoris

Al naso spicca la mineralità, che con il tempo vira in note di pietra focaia e cherosene, data dal terreno molto minerale e dalla vicinanza dal mare, accompagnata dai tipici sentori floreali del Pigato. In bocca è elegante e profondo grazie anche alla parziale fermentazione in barrique, nonostante non si sentano note legnose.

Share this product
Spumante
VisAmoris
Pigato
Acidità
Corpo
Alcool
Tannino
Fruttato
Visita l’Azienda
20,00
vino metodo classico vis amoris

E’ un metodo classico diverso dai soliti. Al naso è molto diretto ed equilibrato per lunga permanenza sui lieviti. In bocca è pieno, con leggere sfumature morbide date dalla permanenza del vino in barriques durante la fermentazione fino al compimento della malolattica e ha una leggera nota mandorlata sul finale tipico del vitigno.

Share this product
Spumante
2014
VisAmoris
Pigato
Acidità
Corpo
Alcool
Tannino
Fruttato
Visita l’Azienda
30,00
vino zero

La versione più complessa e “piena” del metodo classico di VisAmoris. La permanenza sui lieviti è di 60 mesi, questo dona al metodo classico Zero una maggior intensità, struttura e complessità.

Share this product
Frizzante
2020
VisAmoris
Pigato
Acidità
Corpo
Alcool
Tannino
Fruttato
Visita l’Azienda
15,00
vino visss

Questo metodo Ancestrale al naso ricorda molto il mosto del pigato in fermentazione, con sentori nitidi di frutta come pera e mela, ciò avviene perchè è direttamente il mosto in fermentazione ad essere imbottigliato quando la trasformazione degli zuccheri è quasi ultimata. In bocca è pieno e persistente, data la presenza dei lieviti in bottiglia, il metodo ancestrale, infatti, non prevede il “Degorgement” per cui nella bottiglia rimane tutto ciò che resta dei lieviti, da qui deriva anche l’altro appellativo “Col Fondo”.

Share this product
Orange
2017
VisAmoris
Pigato
Acidità
Corpo
Alcool
Tannino
Fruttato
Visita l’Azienda
30,00
vino pepp'one vis amoris

Appartiene al mondo dei così detti orange wine, prodotto secondo l’interpretazione dell’azienda. Le uve provengono dalla vigna più vecchia coltivata ad “alberello”. Al naso è molto complesso, con note di frutta matura, liquirizia, camomilla e mineralità. In bocca rimane bello pieno e persistente, ma sempre con l’acidità che caratterizza il pigato, rendendo la beva facile che invoglia a bere un altro bicchiere.

Share this product
Bianco
2017
VisAmoris
Pigato
Acidità
Corpo
Alcool
Tannino
Fruttato
Visita l’Azienda
25,00
vino regis vis amoris
25,00

Al naso si percepiscono agrumi e fiori di campo con note erbacee di salvia e rosmarino. In bocca è caldo e piacevole.

Share this product