Il territorio

Il Lazio, con la sua superficie vitata di quasi 28.000 ettari, produce oltre 2 milioni di ettolitri di vino, numeri quindi di tutto rispetto.  La regione è per il 50% collinare e la rimanente parte è suddivisa a metà tra pianura e zone montuose ed i vigneti si collocano per il 70% in collina e il 30% in zone pianeggianti. Il territorio del Lazio si compone di terreni vulcanici, laghi, zone collinari e pianure bonificate come l’Agro Pontino, che danno vita a diverse tipologie di vino. In Lazio si producono sicuramente molti vini bianchi, uno fra tutti il Frascati, la prima DOCG d’Italia, ma anche rossi importanti, come Il Cesanese, che con la DOCG Cesanese del Piglio è un’eccellenza tra i vini rossi. Ricordiamo poi il Moscato di Terracina, l’Aleatico di Gradoli, l’Est! Est!! Est!!!​ di Montefiascone e moltissimi altri.

I vitigni

Tra i vitigni a bacca nera il più importante è il Cesanese, è alla base di vini di assoluta eccellenza, oltre al Montepulciano, al Ciliegiolo al Merlot, al Cabernet Sauvignon ed in alcuni casi anche alla Barbera. I vini bianchi sono invece ottenuti soprattutto con Malvasie e Trebbiani, tra cui ricordiamo la Malvasia Bianca Lunga, la Malvasia bianca di Candia, la Malvasia del Lazio (con i cloni Bellone, Cacchione e Bonvino bianco), il Trebbiano Giallo e Trebbiano Toscano e il Trebbiano del Lazio. Il Grechetto è un vitigno coltivato soprattutto nelle zone del Viterbese ai confini con l’Umbria.

I vini e le zone produttive

La zona vinicola più importante del Lazio è rappresentata dai rilievi che si innalzano a sud-est di Roma, denominati Castelli Romani, costellati di borghi medievali e ville, vigne e boschi. Qui predominano le uve a bacca bianca come la Malvasia del Lazio e il Trebbiano giallo, ma anche il Bellone e altre varietà locali. Tra quelle a bacca nera si ricordano il Cesanese, il Sangiovese e il Montepulciano, ma anche il Merlot, il Ciliegiolo e il Bombino Nero. La DOC Castelli Romani è il punto di riferimento della zona, ma ricordiamo anche la Montecompatri Colonna DOC, la Zagarolo DOC, la Cori DOC e altre.

In Ciociaria, tra Roma e Frosinone, vi è la zona del Cesanese, vitigno autoctono a bacca nera con il quale si producono vini rossi di grande struttura, come il Cesanese del Piglio DOCG, il Cesanese di Affile e di Olevano Romano, entrambi vini DOC. Negli uvaggi il Cesanese è spesso affiancato da Barbera, Montepulciano e Sangiovese. La quarta denominazione della zona è la Genazzano DOC, nelle tipologie bianco e rosso.

In provincia di Latina prevalgono i vini rossi, come ad esempio nella Aprilia DOC. Nel territorio costiero che va da Latina a Terracina vi è la denominazione Circeo DOC, con riferimento al promontorio che caratterizza il suo paesaggio.

In provincia di Viterbo, sui terreni di origine vulcanica attorno al Lago di Bolsena, si coltivano soprattutto uve bianche come il Trebbiano Toscano e Giallo, oltre alla Malvasia del Lazio. Il vino più famoso è qui l’Est! Est!! Est!!!​ di Montefiascone DOC, mentre tra i vini rossi ricordiamo l’Aleatico di Gradoli DOC. Le altre due denominazioni della zona sono la Tarquinia DOC e la Cerveteri DOC, che ricadono però nella provincia di Roma.

I vigneti della provincia di Rieti si trovano sulla fascia pedemontana dell’Appennino. Qui la DOC Colli della Sabina è condivisa con la provincia di Roma, e comprende quasi per intero la riva destra del Tevere.

Vini correlati

Rosso
2018
Alberto Giacobbe
Cesanese d'Affile
Acidità
Corpo
Alcool
Tannino
Fruttato
Visita l’Azienda
20,00
vino lepanto giacobbe

Questo vino nasce dal primo vigneto impiantato 70 anni fà dal nonno di Alberto Giacobbe. Si presenta di colore rosso rubino con riflessi granati, al naso ritroviamo sentori di frutta matura e confettura di more supportate da note floreali e di spezie. In bocca è pieno e avvolgente. I tannini sono ben integrati con la struttura, e la persistenza è lunga ma non invadente.

Share this product
Rosso
2020
Alberto Giacobbe
Cesanese d'Affile
Acidità
Corpo
Alcool
Tannino
Fruttato
Visita l’Azienda
11,00
vino giacobbe

Il vino si presenta di un rosso rubino intenso, con fini sentori di more e confettura di prugne seguito da sentori floreali e di sottobosco. Al sorso è molto fresco con tannini decisi ma levigati. Buona la persistenza in linea con l’olfatto.

Share this product
Bianco
2019
Alberto Giacobbe
Passerina
Acidità
Corpo
Alcool
Tannino
Fruttato
Visita l’Azienda
13,00
vino maddalena

Questa Passerina del Frusinate si contraddistingue per un colore giallo dorato brillante, Sentori di ginestra e altri fiori uniti a spezie orientali e erbe aromatiche compongono il bouquet di questo vino. Al sorso si presenta sapido, avvolgente con un piacevole freschezza.

Share this product
Bianco
2020
Alberto Giacobbe
Passerina
Acidità
Corpo
Alcool
Tannino
Fruttato
Visita l’Azienda
9,00
vino duchessa

La Duchessa è un vino prodotto da un unico vitigno la passerina del frusinate, di colore giallo paglierino con sentori di frutta croccante e fiori freschi. La sua finezza è data dalla freschezza e da una piacevolissima sapidità.

Share this product
Bianco
2017
Vini Pacchiarotti
Aleatico
Acidità
Corpo
Alcool
Tannino
Fruttato
Visita l’Azienda
20,00
vino mateè

L’aleatico cavallo di battaglia di Antonella si presenta in questa insolita veste: un bianco originale e molto particolare. Di colore giallo paglierino, al naso si percepiscono sentori di agrumi e fiori bianchi con spiccate note aromatiche che formano un bouquet con sensazioni di rosa in boccio e invogliano all’assaggio. In bocca è fresco, minerale, quasi sapido. L’acidità elevata nelle uve consente di preservare la freschezza e la longevità a dimostrazione delle qualità eclettiche e delle enormi potenzialità di questo fantastico vitigno autoctono.

Share this product
Bianco
2018
Vini Pacchiarotti
Aleatico
Acidità
Corpo
Alcool
Tannino
Fruttato
Visita l’Azienda
20,00
vino ramato

L’aleatico ramato, nuova veste originale del vitigno simbolo dell’azienda, al naso arriva subito con sensazioni di rosa canina, gelsomino, ginestra e pesca gialla. Alla vista risulta di color ramato da cui prende ispirazione il nome. Al palato è sapido ben bilanciato tra corpo, acidità e persistenza.
Il Ramatico è la dimostrazione dell’ecletticità e delle enormi potenzialità di questo fantastico vitigno autoctono della Tuscia Viterbese. L’acidità elevata delle uve consente di preservare la freschezza e la longevità di questo vino.
L’acidità elevata delle uve consente di preservare la freschezza e la longevità di questo vino che vi stupirà.

Share this product
Rosato
2019
Vini Pacchiarotti
Aleatico
Acidità
Corpo
Alcool
Tannino
Fruttato
Visita l’Azienda
20,00
vino pian di stelle

Pian di Stelle è un rosato interamente da uve aleatico. Una nuova veste per un vitigno autoctono che in questo territorio riesce ad esprimersi con grande eleganza. Di colore delicatamente rosato con aspetto limpido, ha sentori floreali, fruttati con delicate note di rosa e ciliegia. Dal sapore asciutto e fresco, gradevolmente aromatico ottimo anche come aperitivo.
Pian di Stelle è una magnifica piana collinare a ridosso della proprietà dove, in serate favorevoli si può beneficiare dello spettacolo del manto di stelle disteso sullo specchio del lago di Bolsena.

Share this product
Rosso
2019
Vini Pacchiarotti
Aleatico
Acidità
Corpo
Alcool
Tannino
Fruttato
Visita l’Azienda
21,50
vino cavarosso

Già dalle sfumature violacee che contornano il granato si capisce di essere davanti ad un vino che sicuramante porterà allegria. Portato il calice al naso, arriva l’armonico floreale e fruttato con note di fragranza e dolcezza. Al palato sapore morbido, caldo e vellutato, lunga persistenza e leggera nota tannica nel finale.

Share this product
Dolce
2017
Vini Pacchiarotti
Aleatico
Acidità
Corpo
Alcool
Tannino
Fruttato
Visita l’Azienda
25,00
vino butuni

Butunì è un aleatico tradizionale ottenuto con fermentazione controllata e con una breve giacenza sulle bucce. L’affinamento avviene in botti di acciaio affinché la caratteristica aromaticità del vitigno rimanga chiaramente distinguibile. Di colore vivace e aspetto limpido si presenta al naso floreale, fruttato e con spiccati sentori di ciliegia. Grande freschezza e spiccata aromaticità con equilibrio tra la nota dolce e l’acidità. Ne risulta una facile bevibilità con ricordo persistente di frutta rossa.

Share this product
Dolce
2011
Vini Pacchiarotti
Aleatico
Acidità
Corpo
Alcool
Tannino
Fruttato
Visita l’Azienda
35,00
vino turan

Turan è un aleatico più complesso: le uve vengono sottoposte ad appassimento sui graticci a temperatura ed umidità controllate per un periodo variabile a seconda delle annate. Quotidianamente selezionate, una volta raggiunto il grado di appassimento desiderato, le uve vengono vinificate. La permanenza sulle bucce è più prolungata e affina in acciao. Dal colore consistente ed abbastanza profondo con le sfumature tipiche dei vini passiti si presenta al naso importante, ricco di profumi primari: viole appassite, visciole e amarene in confettura. Le sensazioni finali sono di grande equilibrio tra la nota dolce e  quella acidità. Ne risulta una bocca pulita e mai stanca, con una grande persistenza. TURAN prende il nome dalla divinità femminile erede del mondo antico, dea protettrice della terra e della fecondità, che corrisponde alla dea greca Afrodite e alla romana Venere. Il suo nome significa “La Signora”.

Share this product