La Garganega è il vitigno a bacca bianca più importante della zona compresa tra le province di Verona e Vicenza, e domina le colline delle DOC Soave e Gambellara. La Garganega ha trovato in queste due zone dei terroir d’elezione che le consentono di esprimere appieno le proprie potenzialità nei vini sia secchi che dolci. La Garganega trae particolare giovamento dal tipico terreno di origine vulcanica di Soave, formato da rocce basaltiche, ricco di tufo e inclusioni calcaree. La zona di Gambellara è ugualmente caratterizzata da un suolo di matrice vulcanica, composto principalmente da tufo e basalto, dotato di particolare ricchezza di materiali rocciosi e minerali. Le caratteristiche del terreno e l’irraggiamento particolarmente favorevole su ripidi pendii collinari, forniscono alla Garganega tutti gli elementi per dar vita a vini bianchi, secchi e dolci, di altissima qualità e particolare profilo organolettico. Nelle sue zone d’elezione, il vitigno Garganega viene solitamente coltivato secondo lo storico sistema della pergola veronese, dal momento che la stessa pianta sempre predilige dei sistemi di allevamento espansi. La Garganega non ha una sua spiccata aromaticità, ma un patrimonio di profumi tra cui spiccano la mandorla e i fiori bianchi. Non è caratterizzata da una acidità preponderante ma piuttosto da un equilibrio di estratti e zuccheri. Queste caratteristiche rendono la Garganega adatta alla produzione di svariate tipologie di vino, dai vini secchi fermi ai passiti dolci come il Recioto e il Vin Santo di Gambellara DOC.

Vini correlati

Bianco
2015
Giovanni Ederle
Garganega
Acidità
Corpo
Alcool
Tannino
Fruttato
Visita l’Azienda
17,00
vino terra gialla ederle

Terra Gialla si presenta in una intensa veste dorata, conferita dalla macerazione per alcune ore delle uve Garganega sulle proprie bucce. Dal calice si liberano note succose di pesca gialla accompagnate da ricordi floreali di ginestra. Un accenno agrumato di buccia di cedro, un mazzolino rinfrescante di erbette aromatiche, tra cui spiccano la mentuccia e la maggiorana, ed una sensazione tostata di mandorla completano il bouquet. Il sorso è teso ed energico, dotato di grande sapidità e di una notevole freschezza che tendono ad avere il sopravvento sulla componente calda e alcolica di questo vino, regalando agilità e facilità di beva. La chiusura ha ritorni di frutta gialla succosa e piacevolmente amaricante nei ricordi di mandorla amara. La grande freschezza di questo vino lo rendono adatto a cibi dotati di una buona grassezza.

Share this product
Bianco
2014
Giovanni Ederle
Garganega
Acidità
Corpo
Alcool
Tannino
Fruttato
Visita l’Azienda
19,00
vino donna francesca

Donna Francesca veste uno splendido color oro, ottenuto attraverso la macerazione sulle bucce del mosto ottenuto dalla migliore selezione di uve Garganega. L’olfatto, inizialmente austero, si apre ad una nota seducente di miele, che poi lascia emergere sentori di frutta a polpa gialla matura, come la pesca e l’albicocca, un accenno di frutta esotica ed un profumo caldo e dolce di ginestra e magnolia. Il tutto è accompagnato da una nota ossidativa lieve, ma costante, ottenuta attraverso il contatto del mosto con l’ossigeno, che dona al vino un carattere particolare. Al palato è complesso, con un corpo importante, dotato di una componente alcolica e glicerica di tutto rispetto, che lo rende caldo e morbido allo stesso tempo. Il sorso è sostenuto da una mineralità elegante, che ricorda il sasso bianco, e da una buona freschezza. La lunga persistenza, con ricordi di fiori gialli e mandorla, è molto piacevole. Donna Francesca è un vino dalla forte personalità. Austero e delicato al tempo stesso, sa regalare emozioni. Si accompagna bene a dei formaggi stagionati a pasta molle e crosta fiorita, come il brie, ma anche a piatti a base di coniglio e selvaggina. E’ un vino senza tempo che non ha fretta d’esser bevuto. Già all’inizio da una grande soddisfazione, ma promette di non tradire anche dopo anni di bottiglia.

Share this product