Il Dolcetto è un vitigno la cui origine è contesa tra il Piemonte, in particolare il Monferrato, e la Liguria, dove è conosciuto come Ormeasco. Le prime notizie certe, si collocano attorno al XVIII secolo e registrano la sua presenza ad Acqui e ad Alessandria. Anche l’origine del suo nome non è certa, con l’ipotesi prevalente che ritiene derivi dall’elevata dolcezza dell’uva matura. Infatti il Dolcetto dà vini caratterizzati per la bassa acidità e il bouquet suadente, che risultano molto morbidi al palato. Il Dolcetto è un vitigno che teme particolarmente anche gli sbalzi climatici e predilige quindi un clima mite, ben ventilato, con un’esposizione collinare, proprio come quello che delle colline delle Langhe e del Monferrato. Il Dolcetto vinificato in purezza dà un vino di un intenso colore rosso rubino e sfumature violacee. Al naso è vinoso, con intense note fruttate e floreali di ciliegie, more, prugne, ciclamini e violette. Al palato il Dolcetto rivela grande bevibilità, freschezza e tannini delicati, struttura media e moderato tenore alcolico. E’ un vino rosso di discreta morbidezza, con una persistenza giocata soprattutto su spiccati ricordi di frutti rossi freschi.

Vini correlati

Rosso
2020
Fratelli Barale
Dolcetto
Acidità
Corpo
Alcool
Tannino
Fruttato
Visita l’Azienda
15,00
vino dolcetto d'alba le rose barale

Di colore rosso rubino con sfumature violacee. Al naso si presenta intenso, fruttato con esplicite note di frutti di bosco, richiama la rosa canina. In bocca è asciutto, di buon corpo e leggermente tannico, con il caratteristico retrogusto di mandorla amara.

Share this product