Il vitigno Cesanese ha origini incerte, anche se il suo nome sicuramente proviene da Cesano, località vicino a Roma. Esistono due distinti vitigni chiamati Cesanese, entrambi estesamente coltivate nel Lazio e nella zona dei Castelli Romani in particolare, il Cesanese comune e quello d’Affile. Inoltre, come spesso accade, il nome del vitigno viene confuso con quello del vino, per cui vengono spesso citati come “vitigni” il Cesanese di Olevano Romano e il Cesanese del Piglio, che sono in realtà tipologie di vino a denominazione di origine, rispettivamente DOC e DOCG. Il Cesanese comune ha foglia e acini più grandi e nero-bluastri rispetto al Cesanese d’Affile ed i vini che se ne ottengono sono in genere meno complessi e longevi. Il Cesanese dà vita a vini rossi importanti, intensi e complessi, con buona predisposizione all’affinamento, anche in legno. I vini del Cesanese, soprattutto il Cesanese del Piglio DOCG, sono rappresentativi della migliore produzione enologica laziale.

Vini correlati