La zona del Carso comprende la provincia di Trieste e in parte quella di Gorizia. I vini del Carso presentano caratteristiche organolettiche particolari, sicuramente sono dovute per una buona parte al territorio. Nel Carso il terreno è caratterizzato dalle “terre rosse”, strati argillosi che coprono anche di pochi centimetri il terreno calcareo sottostante. Le famose “doline” sono tipici avvallamenti carsici di forma circolare con sezione a ciotola o imbuto. La parte inferiore è piatta per cui nel fondo delle doline possono si possono praticare coltivazioni diverse, tra cui anche la vite. Le condizioni morfologiche e la pendenza dei versanti giocano qui un ruolo importante, creando situazioni di microclima molto diverse tra loro. Le modeste precipitazioni, la forte permeabilità del terreno e i forti venti (Bora) fanno sì che il deficit idrico sia piuttosto elevato, soprattutto nel periodo estivo. Nel Carso si coltivano soprattutto vitigni autoctoni, tra i quali la Vitovska è il più rappresentativo tra quelli a bacca bianca, mentre il Terrano, uva a bacca nera caratteristica per il suo tannino deciso e la spiccata acidità, dà il vino rosso più tradizionalmente legato al territorio.

Vini correlati