Il territorio

La Calabria, con i suoi circa 10.000 ettari vitati, è una piccola regione dal punto di vista vitivinicolo. L’estensione dei suoi vigneti peri a quelli della provincia di Trento, meno del 2% del patrimonio viticolo nazionale. I vigneti si trovano per metà in zone collinari o montuose e per l’altra metà in aree pianeggianti. La regione produce circa 9 milioni di ettolitri di vino all’anno, per l’80% rossi e rosati e solo per il 20% bianchi.

I vitigni

I vitigni più coltivati in Calabria sono a bacca nera, e più precisamente il Gaglioppo, il Nerello Mascalese, il Nerello Cappuccio ed il Greco Nero e rappresentano circa l’80% della produzione. I vitigni bianchi coltivati in regione sono il Greco Bianco, Il Trebbiano Toscano, il Montonico e la Guernaccia.

I vini e le zone produttive

Le principali zone vitivinicole in Calabria sono il Cosentino, il Lametino, il Cirotano e la Locride.

Il Cosentino

Il Cosentino è la parte nord della regione, al confine con la Basilicata. Questa è la zona di produzione più estesa della regione ed i suoi vigneti posti su alture tra 500/700 metri. La DOC Terre di Cosenza e le sue sette sottozone, definite con il disciplinare del 2011, ha accorpato le storiche DOC e IGT della provincia e ordinando in tipologie più razionali la miriade di vini prodotti in quest’area. Qui il vitigno più diffuso è il Magliocco Canino, che dà un vino dal colore intenso, struttura potente e profumi di mora e spezie. Il Moscato di Saracena è un vino dolce dai sentori tostati, prodotto con uve Moscatello appassite e mosto concentrato di uve Guarnaccia e Malvasia.

Il Lametino

A sud, lungo il corso del fiume Savuto, vi sono le denominazioni Savuto DOC, Scavigna DOC e Lamezia DOC. All’onnipresente Magliocco canino si affiancano il Gaglioppo, il Greco Nero. Tra le uve a bacca bianca troviamo il Trebbiano Toscano, la Malvasia Bianca, lo Chardonnay ma anche il Traminer Aromatico.

Il Cirotano e il Reggino

In provincia di Crotone, sul versante Ionico, si trova la Cirò DOC, con i suoi vini a base di uve Gaglioppo. Il Cirò DOC nelle sue versioni più moderne mantiene tonalità piuttosto trasparenti, che sfumano rapidamente nell’aranciato, un palato caldo ma con un tannino apprezzabile. Interessanti anche i vini rosati da uve Gaglioppo, freschi e profumati di rosa canina e lampone. In provincia di Reggio Calabria troviamo la Bivongi DOC, con i suoi vini ottenuti da vitigni internazionali e uve locali di antica tradizione, tra cui il Greco Nero e la Nocera ed Nerello Mascalese e Cappuccio, che danno sia vini semplici e immediati.

La Locride

La Locride è la zona che si estende dai declivi dell’Aspromonte verso il lembo di costa che si affaccia sul Mar Ionio. Questa è la zona del vitigno Mantonico, che dà un vino dolce e fresco, con uve a volte sottoposte a un leggero appassimento. Nel comune di Bianco e in quello di Casignana, dal vitigno Greco bianco si ottiene il famoso vino dolce Greco di Bianco, raro e molto ricercato. I grappoli appassiscono al sole per 10-15 giorni e il vino che se ne ottiene è dolce e morbido, con note di zagara, bergamotto, albicocca, miele e salvia.

Vini correlati

Bianco
2019
Tenuta Santoro
Greco BiancoMontonico
Acidità
Corpo
Alcool
Tannino
Fruttato
Visita l’Azienda
7,50
vino cirò tenuta santoro apice

Questo vino bianco Cirò doc prende il proprio nome dall’apice delle viti in questo caso di Greco bianco e Montonico entrambi vitigni autoctoni della zona con cui il vino viene prodotto. Vino da una struttura leggera che si abbina bene con pietanze delicate.

Share this product
Rosato
2019
Tenuta Santoro
Gaglioppo
Acidità
Corpo
Alcool
Tannino
Fruttato
Visita l’Azienda
7,50
vino cirò tenuta santoro noveno

Questo Rosato Cirò doc viene prodotto interamente da uve Gaglioppo e deve il suo nome al modo tradizionale calabrese di riunirsi per le feste con tutta la famiglia che in gergo viene chiamato Novena.

Share this product
Rosso
2017
Tenuta Santoro
GaglioppoMaglioccoMerlot
Acidità
Corpo
Alcool
Tannino
Fruttato
Visita l’Azienda
8,50
vino cirò tenuta santoro caposerra

Questo vino calabrese Cirò doc prende il proprio nome in quanto la vigna è collocata in un appezzamento adiacente ad una serra. Oltre ai classici vitigni autoctoni Gaglioppo e Magliocco troviamo anche una piccola percentuale di merlot. Buona struttura ed equilibrio.

Share this product
Rosso
2015
Tenuta Santoro
GaglioppoMagliocco
Acidità
Corpo
Alcool
Tannino
Fruttato
Visita l’Azienda
12,00
Vino Zonaro tenuta santoro cirò doc

Questo vino Cirò doc deve il proprio nome alla zona dove viene prodotto. Prevalentemente composto da uve Gaglioppo con una piccola percentuale di Magliocco accuratamente selezionate a mano durante la vendemmia. Si presenta colore rosso con riflessi tendenti al violaceo ed è corposo e avvolgente.

Share this product
Rosso
2015
Tenuta Santoro
GaglioppoMagliocco
Acidità
Corpo
Alcool
Tannino
Fruttato
Visita l’Azienda
18,50
vino cirò doc Patris 42 tenuta santoro

Questo vino rosso calabrese viene prodotto esclusivamente con vitigni autoctoni della zona, Gaglioppo e Magliocco, i cui grappoli migliori vengono accuratamente selezionati in vigna. Il nome Patris 42 deriva dal latino ed indica l’anno di nascita del padre di Giuseppe Santoro, Luigi.

Share this product