La denominazione di origine Aglianico del Vulture Superiore DOCG include vini prodotti a partire da uve del vitigno Aglianico e Aglianico del Vulture in purezza, provenienti da una zona che ricade nella parte nord della regione Basilicata, in provincia di Potenza. Essa comprende un territorio di alta e media collina, situato sulle pendici del Monte Vulture, un vulcano spento, la cui vetta maggiore a 1.327 mt s.l.m. e degrada progressivamente verso ovest, lungo il fiume Ofanto e verso Est verso la piana della Puglia, dando vita a pendii che sono sull’intero territorio in esame. I vini della denominazione comprendono le tipologie Aglianico del Vulture Superiore e Aglianico del Vulture Superiore riserva. L’Aglianico del Vulture Superiore DOCG deve essere sottoposto ad un periodo di maturazione minimo di tre anni di cui almeno 12 mesi in contenitori di legno e 12 mesi in bottiglia. La versione Riserva deve passare un periodo di maturazione minimo di quattro anni, dopo un invecchiamento di almeno 24 mesi in contenitori di legno e almeno 12 mesi in bottiglia. Entrambi questi vini hanno buona acidità, mentre il colore è rosso rubino intenso che sfuma verso il rosso granato, con riflessi aranciati nei vini più invecchiati. In tutte le tipologie i profumi sono soprattutto fruttati, ma vi sono anche note floreali tipiche dei vitigni di base, che nei vini più invecchiati  si accompagnano a sensazione speziate dovute al passaggio in legno. Al sapore i vini possono avere un’astringenza residua tipica dei vitigni, ma sono soprattutto caratterizzato dall’ottima struttura, che contribuisce al loro equilibrio gustativo e a garantire la grande longevità.

Vini correlati